- GABRIO FILONZI -
Governatore del Distretto 2090 per l’anno rotariano 2018-2019

 

Entra nel Rotary Club di Jesi nel 2001 e ricopre gli incarichi di Prefetto (2001 e 2009), Presidente (2012), Assistente del Governatore (2013), Componente di Commissioni Distrettuali (2014), Direttore esecutivo della Commissione Maternità ed Infanzia (2014). Riceve due PH, due Attestati ed una Medaglia Rotary Campus.

Nel 2004, in occasione dell’organizzazione del Campus Marche, interviene come medico specialista odontoiatrico per le giornate di medicina organizzate all'interno del Campus stesso e, in quell’occasione, gli viene assegnata la medaglia del Rotary.

Referente del Club di Jesi per le problematiche del Campus, istituisce in seno al Club di appartenenza la conviviale con gli ospiti disabili e le loro famiglie - iniziativa successivamente fatta propria da altri club - con l’obiettivo di far familiarizzare i ragazzi ospiti del soggiorno al mare con tutti i soci.

Altra intuizione è stata quella di consigliare ai club marchigiani di individuare un referente fisso per il Campus, possibilmente medico, e di preferire ospiti domiciliati in famiglia anziché quelli presenti nei vari istituti, onde permettere anche ai genitori di godere di un periodo di vacanza. Sull'onda di queste iniziative il Club di Jesi si è sempre distinto per numero di ospiti presenti al Campus, dimostrandosi nel tempo particolarmente motivato a potenziare questo importantissimo service.

Nel 2006, in qualità di vicepresidente del Club, partecipa attivamente con l’allora Presidente Claudio Bocchini al progetto “La fabbrica del latte”, che prevedeva la realizzazione di una latteria in Tanzania per migliorare le condizioni alimentari e di vita del   piccolo centro abitato di Njombe. Il Matching Grant approvato dalla Rotary Foundation è quindi stato brillantemente portato a termine, con grande soddisfazione di tutti i Club partecipanti; l’inaugurazione della latteria ha visto la presenza del Presidente Internazionale LEE.

L’eco suscitata dal progetto ha fatto sì che la Granarolo, nel proprio stand allestito presso il recente Expo di Milano, l’abbia scelto e presentato come miglior progetto realizzato al mondo (su un totale di 1012 progetti partecipanti) per il forte impatto avuto nella zona interessata e per l'elevato miglioramento della qualità di vita delle popolazioni coinvolte.

Nel 2008 promuove, unitamente al Presidente di Club Paolo Bifani, il restauro della libreria lignea Planettiana di Jesi, opera settecentesca di raro pregio e fiore all'occhiello del Palazzo della Signoria di Jesi.

Nel 2012 diventa Presidente del Club. In quell’anno promuove e porta a termine un Matching Grant in Brasile, nello Stato di Bahia, che ha visto la realizzazione di una clinica oftalmologica strutturata in modo da andare incontro alle sempre maggiori richieste di assistenza in questo ambito provenienti da quel territorio così bisognoso. Grande è stata la soddisfazione dei Club partecipanti, e lui stesso si reca in Brasile per l'inaugurazione della clinica ed in quel contesto getta le basi con Presidenti di Club e Governatori del luogo per future ed importanti collaborazioni.

Sue le iniziative della stampa del volume “Spezie” del socio rotariano Marco Pozzi, la cui vendita ha prodotto euro 30.000 destinati al progetto Vita Nova, nonché la stampa del  libro “Jesi oggi e come era”, scritto dal compianto socio Giorgio Ginesi, il cui ricavato (euro 10.000) è stato devoluto all’associazione Oikos di Jesi.

Nel 2013 vola in Zambia, per verificare la effettiva possibilità di realizzare a Lusaka un progetto di ampio respiro volto alla sensibilizzazione e prevenzione della malattia reumatica, causa di migliaia di morti soprattutto nelle fasce di età più giovani.

Nel 2014 è promotore all’interno del Club di un progetto triennale che prevede la fornitura dell'arredamento completo di una palazzina destinata al soggiorno diurno dei disabili nel comune di Jesi (progetto Maschiamonte).

Per l’anno rotariano 2018-2019, quale suo Assistente per i Club di Chieti e Francavilla a Mare ha nominato Antonio Petrucci.


 

Please publish modules in offcanvas position.