- OBIETTIVI DEL CLUB -

 

L’attività di questo anno deve tendere principalmente a questi obiettivi:

 

  1. Accrescere ulteriormente l’effettivo onde arrivare a fine mandato ad almeno 45 Soci. Bisognerà, inoltre, avere un occhio teso a verificare la possibilità di attingere ad ex Rotaractiani e, ove possibile, alle donne, considerando che attualmente nel Club ve ne sono appena quattro. Dovrà essere cura di ciascuno di noi favorire l’ingresso di altri Amici. Sappiamo che le caratteristiche di un Rotariano sono: Amicizia, Servizio, Diversità, Integrità, Leadership. Dovremo pertanto individuare persone che rispondano a questi requisiti e che appartengano alle categorie più svariate di lavoratori e professionisti, specialmente a quelle attualmente non presenti o scarsamente presenti nel Club. Una particolare attenzione andrà rivolta nel cercare alcune figure “chiave” per il Club (giornalista, esperto in comunicazione ed in informatica).

  2. Effettuare un monitoraggio, da suggerire anche ad altri Club teatini, onde verificare la possibilità di aprire un Interact (nel ns. Club se ne costituì uno nei decenni passati, ma la sua vita fu limitata a pochi anni) e rafforzare l’esistente Rotaract.

  3. Accentuare l’Amicizia tra i Soci, considerando che tra gli attuali iscritti ben 14 sono di recente acquisizione. Come disse Paul Harrys per essere Amici bisogna frequentarsi, per conoscersi e per apprezzarsi. Un anno passa troppo velocemente. Vorrei che nel prossimo anno (dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019) il 1° martedì sia riservato alle riunioni del Direttivo (tutte queste sono aperte ai Presidenti delle Commissioni e ai Soci che volessero parteciparvi), il 2° a quello del Caminetto (dando poco spazio all’aspetto culinario e più a quello di approfondimento di argomenti che riguardino la vita del Club e della Città), il 3° sarà un incontro senza cena al quale parteciperanno le Sottocommissioni interessate a mettere a punto il loro progetto da realizzare e nel quarto venerdì del mese vi sarà la conviviale che sarà spesso effettuata con altri Club, alla presenza di autorità ed ospiti, nonché relatori di gran richiamo. La conviviale è il momento in cui il Rotary si apre all’esterno.
    Bisognerà promuovere occasioni, anche informali, per frequentarsi. Caminetti e conviviali da effettuare durante le festività natalizie, pasquali, primaverili con le famiglie, in locali tipici, magari ad ora di pranzo (e non di cena) in maniera da avere più tempo per stare insieme. Una escursione culturale ad Ostia Antica insieme al Club gemellato di Roma est, altre due escursioni culturali (insieme ad altri Club di Chieti e Francavilla al Mare) a Sulmona e Campobasso insieme ai Club di queste due belle città. Altro caminetto da tenere nel Campus Disabili, nel prossimo mese di giugno 2019 onde trascorrere una giornata insieme. Bisognerà ritrovarsi insieme a novembre anche per ricordare i nostri Amici Rotariani che ci hanno preceduti nella casa del Padre.
    Bisognerà favorire sia conviviali sia progetti da realizzare con gli altri Club Rotary. Con l’Assistente del Governatore da mesi si sta operando in tal senso, prevedendo attività che possano vedere insieme i tre Club di Chieti e quello di Francavilla al Mare.
    È bene sottolineare che la vita del Rotary non nasce e muore nell’ambito del Club. Per crescere, per conoscere meglio il Rotary, occorre frequentare gli incontri distrettuali, promuovere incontri interClub, sentire come operano in altre realtà, confrontarsi per migliorare. Da qui la necessità a che il Club sia sempre presente, e possibilmente con una buona rappresentanza, ai Seminari e Forum distrettuali.
    In ogni Club si creano Commissioni (effettivo, progetti, foundation, amministrazione, formazione, pubbliche relazioni) ed ognuno di noi fa parte di almeno una di queste. Il Distretto organizza annualmente un Seminario su ciascuno dei suddetti argomenti. È necessario che il Presidente, qualcuno del Direttivo e della rispettiva Commissione vi partecipi per conoscere bene quello che gli si richiede di fare e come farlo. Meglio se si frequenta già il seminario dell’anno precedente a quello dell’investitura.

  4. Impegnare i Soci, compreso i nuovi, in progetti che loro stessi hanno proposto e si sono impegnati a portare avanti, anche senza budget economico. Non ci viene sempre chiesto di realizzare delle opere. A volte è sufficiente pensarle, idearle, progettarle, mettendo gratuitamente a disposizione le professionalità dei singoli Rotariani. Già questa attività, debitamente pubblicizzata e presentata, crea interesse e simpatia verso il Rotary. Sulla concreta realizzazione si potrà attendere.

  5. Rendere visibile sul territorio l’azione svolta dal Club e dal Rotary nel suo complesso. Rafforzare a tal fine la comunicazione nel rispetto del detto: “fai e fai sapere”. Da qui la necessità di individuare da subito giornalisti, esperti nella comunicazione e nell’informatica che intendano entrare nel Rotary e ne abbiano le caratteristiche. Basti pensare quante persone potremmo raggiungere con una nostra iniziativa se ciascun Rotariano la portasse a conoscenza dei propri contatti Social.

  6. Ricostituire un raccordo tra i dodici Club Service esistenti a Chieti (3 Rotary, 1 Rotaract, 1 Inner Wheel, 1 Soroptimist, 3 Lions, 3 Kiwanis) onde realizzare, tutti insieme, almeno un progetto di particolare spessore a favore del territorio. Questo tenendo ben presente quanto previsto dal Manuale di procedura del Rotary.

 

Questo Piano Direttivo di Club è stato realizzato durante l’a.r. 2017-2018, dopo aver ascoltato le varie Commissioni e Sottocommissioni. I progetti sono stati individuati dagli stessi Soci. È stato poi approvato dal Consiglio Direttivo 2018-2019 nella seduta del 27 aprile 2018 è stato portato all’Assemblea dei Soci programmato per il giorno 9 maggio 2018, per l’ approvazione. Dopo tale data verrà arricchito da foto, stampato e distribuito a tutti i Soci e consegnato al Governatore e al suo Assistente. 

 

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni primo martedì del mese.
L’intero Club si riunisce nel secondo martedì del mese in caminetto e nel quarto venerdì del mese in conviviale, con ospiti e autorità. In più di un’occasione sono previsti interClub, come meglio specificato nel calendario di massima riportato al termine del presente Piano.


 

Please publish modules in offcanvas position.