- ATTIVITA PROGRAMMATE PER A.R. 2018/2019 -

 

Commissione Progetti

 

Il Club porta avanti da tempo alcuni progetti “storici”. A questi ne sono stati aggiunti altri che abbiamo sviluppato in un caminetto ed in diversi incontri avuti con le diverse Sottocommissioni.

 

Passando ad esaminarli singolarmente, abbiamo questo programma di progetti:

 

Progetti per le Nuove Generazioni

 

  • Premio Edmondo Paone al miglior allievo del Liceo Classico G. B. Vico. Il Premio venne istituito nel 1991 dalla famiglia Paone, in ricordo dell’avv. Edmondo, uno dei Soci fondatori del Club ed ottimo Past-President. Consiste in un premio di 1.000,00 euro delle quali 500,00 a carico della famiglia Paone e 500,00 a carico del Club.
  • Premio Valerio Cianfarani alla migliore tesi di laurea che affronti argomenti di archeologia abruzzese. Il Premio venne istituito nel 2009 dal Club per ricordare la figura del primo Soprintendente Archeologico d’Abruzzo, nonché Socio fondatore del nostro Club e ottimo Past President. Il Premio, in denaro, ammonta a 1.000,00 euro. Bisogna veicolare l’iniziativa anche a tutti i Rotary Club italiani.

  • Premio Eccellenza, da consegnare allo studente diplomatosi o maturatosi nell’anno con la migliore valutazione in ciascuno dei Licei o Istituti Superiori della città. Non sono previsti premi in denaro, ma una targa che verrà consegnata in occasione di una cerimonia ufficiale alla presenza di scolaresche, docenti e autorità cittadine. Una manifestazione che intende onorare il merito e l’impegno profuso dai singoli giovani nell’attività scolastica. In ciascun Istituto verrà messa una bacheca in legno, col simbolo del Rotary, sulla quale, ogni anno verrà applicato una targhetta in ottone col nominativo del giovane premiato.

  • Premio Mario Capasso. Ormai il Premio, che si svolge a Campobasso, e che si rivolge ai migliori allievi del Conservatorio musicale del Molise, avrà un impatto finanziario per il Club quasi irrilevante, dal momento che il 50% della spesa è affrontata dalla Famiglia Capasso e il Premio è curato direttamente dal Club di Campobasso. Cercheremo di farlo organizzare in una domenica primaverile in maniera da programmare un’escursione culturale di Club con visita di Campobasso e dintorni insieme al Club di Campobasso. Nel pomeriggio si collocherebbe il concerto e la cerimonia di premiazione.

  • Collaborare con l’Unicef per la creazione, anche a Chieti, del Garante a tutela dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Questo è un organo monocratico italiano istituito nel 2011 con il compito di promuovere l’attuazione delle misure previste dalla convenzione di New York e da altri strumenti internazionali finalizzati alla promozione e alla tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Diversi sono stati i Comuni che hanno introdotto la figura di detto Garante nel proprio territorio (Comiso, Montesilvano, Rieti, ecc.). È opportuno che anche Chieti si allinei a questi.

  • Incontro nelle Scuole dell’Obbligo per l’approfondimento di argomenti scelti dalle stesse Scuole tra quelle proposte dal Club.

  • Monitoraggio, attraverso formulari anonimi, tra tutti gli studenti delle Scuole Medie Superiori del Comune di Chieti per conoscere più da vicino le esigenze e i problemi dei giovani (uso e abuso di alcool, fumo, droghe, sesso, ma anche composizione familiare, genitori uniti o separati, presenza nonni, uso e abuso di apparecchiature elettroniche, Social, tv, ecc.). I risultati saranno resi noti in una o più conferenze organizzate dal Club.

  • Lezioni agli studenti di Scuole medie superiori su argomenti di finanza elementare, tenute da esperti Rotariani di promozione finanziaria.

  • Concorso a carattere nazionale nelle scuole: "ACQUAxTUTTI"Bisognerà cercare di ottenere il patrocinio del Miur e Min. Ambiente. Progetto ideato ed organizzato dal nostro Club, che veda come capofila il Distretto 2090 e, tramite questo, diffuso a livello nazionale. Il concorso verterà su foto e/o su spot-video. La premiazione verrebbe effettuata a Roma, in uno dei Ministeri coinvolti. Tentare di far sì che il materiale premiato possa essere utilizzato per lo stesso scopo del progetto sui mass media (spot televisivi, manifesti, ecc.). Il Progetto dovrebbe ripetersi negli anni avvenire.

  • Screening sulla postura da effettuare nelle Scuole preparatorie, elementari e medie inferiori del Comune di Chieti, interessate. La visita verrà effettuata da una equipe medica composta almeno da un ortopedico e un odontoiatra.

  

Progetti Socio-sanitari

 

  • Progetto “Rotary Campus” Siamo arrivatI alla XXXI edizione. Il nostro Club, insieme a quello di Sulmona è stato l’iniziatore di questo progetto, 31 anni or sono, grazie alla lungimiranza del nostro Diego Iezzi. Da allora ogni anno, tra fine maggio e i primi di giugno, oltre 300 disabili e loro accompagnatori, trascorrono una settimana serenamente in un grande albergo attrezzato abruzzese, potendo contare su un’assistenza professionale garantita da nostri Soci 24 ore su 24. Animatore del nostro Club è da anni Gino Pala.

  • Screening Sanitario (da meglio definire)

  • Progetto Internazionale a favore di una Comunità dell’India

  • Progetto Internazionale a favore di una Comunità dell’Uganda Costruzione di una scuola e annessa biblioteca. Progetto realizzato a livello distrettuale.

  • Progetto “Io provo a casa dei nonni”. Con questo si tende a regalare agli anziani ricoverati negli Istituti San Giovanni Battista di Chieti momenti di animazione. S’intende coinvolgere tutte le associazioni culturali, musicali, di teatro dialettale e non, e tutti gli artisti sensibili, a dedicare almeno una volta l’anno una loro esecuzione (o prova) da effettuare gratuitamente nell’interno della Casa di Riposo. Sarà cura del Club curare il rapporto con la Direzione della Casa di Riposo, convocare i suddetti artisti e seguire questo progetto.

  

Progetti per il territorio

  

  • Progetto “Villa comunale”. Si intende realizzare una planimetria della villa comunale che contenga l’indicazione delle molteplici piante arboree presenti in questa. Detto pannello andrebbe collocato all’inizio della villa stessa, sul muraglione del Seminario regionale, nei pressi della Casina dei Tigli. Lo stesso disegno verrebbe riprodotto su depliant e su blocchi di carta (formato A3) che da un lato riproduca la cartina del centro storico di Chieti e dall’altro della villa comunale di Chieti. Blocchi da distribuire agli alberghi di Chieti alta e Chieti Scalo per essere distribuiti ai singoli utenti. In seguito, con i bilanci dei prossimi anni, si potrà provvedere a inserire sotto gli alberi cartelli che indichino il tipo di pianta.

  • Progetto “Porte medievali”. Chieti ad inizio del periodo medievale aveva quattro porte. Nei secoli successivi arrivò ad averne nove. Di queste rimane solo Porta Pescara che il nostro Club provvide a restaurare. Una targa lì posta ricorda l’avvenimento. Con questo progetto i nostri architetti, imprenditori, uomini di cultura e quant’altri dovranno studiare la maniera migliore per segnalare, sul posto, dove erano collocate queste Porte ed una loro breve descrizione sul loro nome e sulla loro storia. Al momento potremmo solo progettarle e presentarle alla cittadinanza e alle autorità comunali. La loro realizzazione materiale, dipenderà da eventuali sponsorizzazioni o sarà effettuata direttamente dal Comune.

  • Progetto “Contratto di fiume”, relativamente al fiume Alento. Nel 2015 (delibera n. 915 del 10.11.2015) la Regione Abruzzo approvò lo schema di protocollo d’intesa per l’adesione ai contratti di fiume. In questi tre anni per alcuni fiumi abruzzesi si è raggiunta l’intesa. Ma non per il fiume Alento. Il Club vorrebbe meglio studiare l’argomento per verificare la possibilità di effettuare tale contratto anche per il fiume Alento, sensibilizzando i Comuni attraversati da detto corso d’acqua.

  • Mostra delle antiche cartoline di Chieti. Il Socio Raffaele Di Felice possiede una ricchissima collezione in materia e i chietini apprezzerebbero una mostra sulla materia.

  • Progetto “Incontri del Martedì”. Gli obiettivi di questi sono molteplici: a) porre il Rotary più a contatto con la cittadinanza; b) dare un giusto spazio ai singoli Rotariani a che possano trattare argomenti attinenti alla loro professione o al loro hobby, purché di chiaro interesse generale; c) creare l’opportunità a che la stampa possa parlare del Rotary. Questi obiettivi potremmo raggiungerli creando una serie di conferenze settimanali che abbraccino il periodo che va dal novembre 2018 al marzo del 2019. Realizzeremo un depliant unico con il programma di tutte le conferenze.

 

Il Club deve essere presente nei momenti forti della vita cittadina che potremmo individuare in:

a) Settimana Santa;
b) Festività natalizie.

 

  • ProgettoSettimana Santa”. Questo si suddivide in tre sotto-progetti:
    • Progetto Albero di Pasqua (o della Pace). Consiste nell’allestire, anche insieme ad altri Rotary Club, in un luogo centrale della città, un albero di ulivo con bandierine in rappresentanza delle diverse popolazioni presenti regolarmente a Chieti (specificando quanti residenti a Chieti per ciascuno di questi Stati);
    • Ricreare le bandierine della Resurrezione che i macellai, sino agli inizi degli anni Sessanta dello scorso secolo, infilzavano sulle carni di agnello e consegnavano ai ragazzi solo dopo il passaggio della processione del Venerdì Santo. Dovremo quindi realizzarle e distribuirle ai vari macellai della città e metterne un po’ sull’albero della Pace.
    • Ciclo di conferenze sulla storia delle confraternite abruzzesi, sulle confraternite di Chieti e sulla Processione del Venerdì Santo di Chieti. Questo in considerazione che un po’ ovunque i riti della Settimana Santa sono curati prevalentemente dalle Confraternite. Chieti, inoltre, ha due record in proposito:
      • è la realtà abruzzese con un maggior numero di Confraternite;
      • ha una processione del Cristo Morto da diversi storici considerata la più antica d’Italia.
  • ProgettoPresepe di Natale”. Nel buio androne del Teatro romano, ben visibile a chi percorre via Asinio Herio, nei pressi di Porta Napoli, nel periodo natalizio andrebbe collocata una siluette della Sacra Famiglia con una luce che illumini l’androne. Un intervento di grande impatto visivo, di facile realizzazione, di massima sicurezza perché questo luogo è recintato e non visitabile. È solo ben visibile.

  • Premio “Rotary Club di Chieti”. Consiste nell’individuare e consegnare a una persona, Associazione, Ente, Corpo militare, ecc. che si sia distinto nell’anno, una targa del Rotary che evidenzi l’attività svolta per un servizio alla Comunità particolarmente apprezzato.
  • -Festa di Primavera e Torneo di Golf. La manifestazione è aperta a tutti i Rotariani, familiari ed amici, del Distretto 2090. Si svolgerà all’Adriatico Golf Club di Brecciarola (Chieti) e prevede un torneo di golf per appassionati, ma anche gare in campi più piccoli per ragazzi e neofiti. Il complesso, con 18 buche, ha anche campi di bocce, campi da tennis, spazi per tiro con l’arco, pesca sportiva, caratteristico antico locale per massaggi e cura della salute, bar e sala ristorante. Tutto questo sarà a disposizione dei partecipanti e loro Amici e familiari. L’iniziativa potrà essere coordinata con il Club di Chieti Ovest che nel mese di maggio ha una iniziativa simile al Campo di Golf di Miglianico.

 

Progetti organizzabili con altri Club di Chieti

 

  • Convegno di studi: Chieti, Città d’Arte, di Cultura e di Musei. Un tesoro di tremila anni per un costruire un futuro migliore. Con la partecipazione del Magnifico Rettore dell’Università G. d’Annunzio, prof. Sergio Caputi, del Soprintendente per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio d’Abruzzo, dott.ssa Rosaria Mencarelli, della Direttrice del Polo Museale dell’Abruzzo, dott.ssa Lucia Arbace, del Presidente della Regione Abruzzo, Arcivescovo di Chieti-Vasto, mons. Bruno Forte, ecc.

  • Celebrazione della S. Messa, da effettuarsi il 2 novembre, in suffragio dei Rotariani che ci hanno preceduti nella Casa del Padre.

  • Albero della Pace. Come nel periodo natalizio si usa realizzare l’albero di Natale, in quello pasquale si vuole creare l’albero di Pasqua, o “Albero della Pace”. La scelta ricade ovviamente sull’albero di ulivo che verrebbe collocato in un punto centrale della città. L’albero potrebbe essere completato con bandierine relative alla provenienza degli immigrati presenti a Chieti (con il numero di ciascun residente proveniente dalle diverse nazionalità).

  • Altri tre progetti sono da considerare al limite tra progetti veri e pura beneficenza, ma i nuovi poveri del territorio sono tanti e qualcosa il Rotary deve pur fare per questi:
    • raccolta indumenti da portare alla Caritas diocesana,
    • donazione di libri, usati e/o da cercare alle varie case editrici locali e/o ai vari enti che hanno spesso magazzini strapieni;
    • donazione di libri per bambini al reparto pediatrico della Asl o ad altra istituzione da meglio individuare.
  • Iniziativa a cura dell’Assistente Distrettuale che coinvolga i Club di Chieti e Francavilla. L’incasso della serata sarà devoluto per l’EndPolio e/o per progetti distrettuali e/o per la costruzione del monumento.

 

Please publish modules in offcanvas position.